GENTE: SPAZZATURA!

Salve a tutti. Ho di nuovo un brutto capitolo da scrivere su questo mondo davvero strano. Un mondo che non capisce piu', o che non vuole capire, e in entrambi i casi ci lascia perplessi di fronte alle immagini crude che ci arrivano da Napoli e dintorni. Questa volta non parliamo di calcio, eppure scene di guerriglia urbana, poliziotti feriti, bombe carta che esplodono si ripresentano in tv come se nulla fosse. Ma allora tutte quelle persone che vogliono gli stadi chiusi? Tutti quelli che ce l'hanno con il calcio, come unico male? Dove sono queste persone? Chi sottolinea il fatto che un ragazzo e' morto, ed era della Lazio, pronto a scagliarsi contro gli juventini..., allora queste persone dove sono? Le prenderei ad una ad una, e le inviterei a ragionare: se non si risolve il problema a monte, questo trova sempre una via di fuga. E il problema a monte, secondo il mio modestissimo parere, lo possiamo identificare da due aspetti diversi. Il primo. Siamo noi, la gente, le persone che vivono su questo mondo devono necessariamente darsi una regolata, e sotto tutti i punti di vista. D'accordo con la liberta' , d'accordo sulle libere scelte, d'accordo che ognuno puo' fare cio' che gli pare, ma la coerenza? E' un elemento fondamentale: se sogni la liberta', sogni anche il rispetto; se vuoi una libera scelta, prendi anche la conseguenza. Oggi ci dimentichiamo che su questo mondo, non siamo soli. Il secondo aspetto: i soldi facili. La mente umana passa piu' tempo a capire come ottenere soldi facilmente che non a comprendere che la felicita' non si compra. Avere denaro spesso e' sintomo di qualche operazione non lecita, di ingiustizie sui piu' deboli, di atti di forza. Certo se hai una grande somma da spendere potrai divertirti di piu', potrai comprare oggetti preziosi, e vivrai di un momento di gloria per te stesso. Esattamente come fa un povero regalando un sorriso alla moglie che non scaturisce da nessun regalo, da nessun dono, ma dall'amore sincero, vero. Dietro le immagini televisive di Pianura io vedo questo: il male della societa' di oggi, quella voglia irrefrenabile di distruggere le cose, di fare del male; quegli atti vandalici che nella vita quotidiana si vedono in maniera sporadica una volta qua e una volta l , a volte senza motivo e altre volte con motivi ben precisi, ora si vedono tutti insieme: sia che il palcoscenico e' uno stadio di calcio, sia che e' una discarica. E allora tutti a visionare quei cumuli di spazzatura, a sentire interviste di gente pacifica che manifesta. Ridicoli anche sul palcoscenico internazionale: a distanza di un anno e mezzo le traduzioni napoletane tornano a fare il giro del mondo: una volta c'era Cannavaro con la Coppa del Mondo, ora gente di periferia con sacchi di immondizia. La coerenza ragazzi: non potete chiedere di non aprire di nuovo la discarica a fronte di un aumento di malattie nelle zone circostanti e poi incendiate i rifiuti intorno le vostre case!!! Il problema e' grande, enorme! Non potete parlare di emergenza rifiuti, e poi si evidenzia il fatto che c'e' il commissario da ben 14 anni!!! E poi: le soluzioni... ma come si permette la gente di dire che nel giro di tre quattro mesi un anno si risolve tutto!!! COERENZA RAGAZZI!!! Il problema e' grande, enorme! C'e' chi per anni ha mangiato su queste cose strafottendosene (i politici), e chi invece pur sapendo ha continuato a mangiare liberamente (i napoletani). Nessuno si e' posto il problema che forse un giorno la situazione sarebbe scoppiata, non solo la situazione anche la gente e' scoppiata. Forse le persone si sentono prese in giro, e le reazioni sono quantomeno comprensibili anche se personalmente non condivido. Non condivido perche' questo caos produce altro caos, altri problemi. E non se ne esce facilmente: i cittadini continuano a produrre spazzatura che viene rigettate ormai nelle strade. Una soluzione nell'immediato non esiste, nel tempo forse, ma prima di questo occorre trovare le colpe di un sistema che in altre regioni funziona, e in Campania, o almeno intorno le zone interessate si e' bloccato per qualche motivo. I motivi. Beh inutile dire che certamente la politica e' il primo imputato; poi se tutto e' in mano alla camorra allora gli imputati sono molteplici, e la loro faccia tosta nel dire che tutto va bene è davvero impressionante. Quasi sono d'accordo con chi dice che ci vuole una rivoluzione, un reset del sistema: anni di dittatura per rimettere in riga le cose. E si perche' i problemi dello stato italiano si evidenziano da tutte le parti, e si evidenziano perche' le persone con furbizia sfruttano tutte le opportunita' che gli vengono offerte per cercare quei soldi facili. Ma cosi' diventa un tira e molla: la' dove c'e' la possibilita' la persona prende per il culo lo stato, e la' dove lo stato puo', prende per il culo il cittadino. Qualcuno viene scoperto e punito, gli altri continuano. In sostanza credo che questo gioco stia finendo, e nel gioco c'e' solo un vincitore, ammenoche' non si gioca in gruppo. Non si puo' risolvere il problema della spazzatura opponendosi con spranghe, e colpendo i vigili del fuoco; bisogna rendersi conto che si peggiora la situazione! E non si puo' certamente risolvere il problema chiedendo aiuto alle forze dell'ordine di presidiare una discarica usando la forza! Occorre che tutti facciano un passo indietro e che tutti abbiano bene in testa i seguenti punti:
  • se produco immondizia, questa va smaltita!
  • se produco troppa immondizia, questa va comunque smaltita!! (per ribadire il concetto)
  • se ci sono fattori esterni come la camorra, questa va eliminata!
  • se c'e' qualcuno che vuole fregare qualcun'altro, questo va eliminato!! (per ribadire il concetto)
  • se mettiamo la salute del cittadino al secondo posto, dobbiamo andare via dall'Italia!
  • se mettiamo la salute della Natura in secondo piano, dobbiamo andare via dal mondo!! (chiaro il concetto!!)
  • A questo punto dopo i capisaldi da rispettare occorre studiare tutte le alternative che i nostri cari politici ci mettono a tavolino: un tavolo che deve essere apparecchiato da persone esperte: da economisti, da ingegneri, da ambientalisti. E la soluzione arrivera' , perche' siamo italiani, gente che nei momenti difficili dimostra di avere cuore. Nel frattempo vediamo in tv il male, per mantenere alta la tensione, visto che negli ultimi giorni i telegiornali parlavano e sparlavano solo del presidente francese Nicolas Sarkozy e della sua fiamma italiana Carla Bruni: almeno loro (forse) sono contenti di essere "sopraffatti" dalla spazzatura! :)

    Home Page